Biografia

CARLO PEDRETTI

(Casalecchio di Reno, 6 gennaio 1928 – Lamporecchio, 5 gennaio 2018)

Carlo Pedretti è stato Professore Emerito di Storia dell’Arte Italiana presso l’Università della California a Los Angeles, dove era anche titolare della Cattedra di Studi su Leonardo. Dal 2013, assieme alla moglie Rossana (1928-2019), si era trasferito definitivamente in Italia nella Villa di Castel Vitoni a Lamporecchio, dove tutt’ora si conserva tutto il suo patrimonio artistico, librario e archivistico.

Pedretti nel corso della sua vita è stato autore di oltre milleduecento scritti tra libri, saggi, recensioni, pamphlet e articoli pubblicati in varie lingue, testi editi in riviste specializzate così come su quotidiani nazionali. In questa lunga serie rientrano anche le pubblicazioni fatte l’Edizione Nazionale dei Manoscritti e dei Disegni di Leonardo da Vinci di cui Pedretti è stato membro.

I riconoscimenti ricevuti in Italia e all’estero includono la Medaglia d’oro alla Cultura da parte del Presidente della Repubblica Italiana nel 1972, e nello stesso anno la Congressional Citation, che è il massimo riconoscimento da parte del governo degli Stati Uniti d’America. Ha inoltre ricevuto la cittadinanza onoraria di Arezzo (2002), Vinci (2008), Romorantin (2010), Firenze (2010), Lamporecchio (2011), Pennabilli, la città di Tonino Guerra (2015) e lauree honoris causa dalle università di Ferrara (1991), Urbino (1998) e Milano (Cattolica, 1999), come pure quella dall’Università di Caen in Francia (2002).Il contributo del professor Pedretti per la conoscenza dei manoscritti e dei disegni di Leonardo è stato fondamentale. Lo studio diretto degli originali gli ha permesso di rimettere a posto le carte di Leonardo in ordine cronologico. Il suo lavoro pionieristico e profetico è stato il catalogo del 1957 dei frammenti dei disegni di Leonardo alla Royal Library a Windsor provenienti dal Codice Atlantico della Biblioteca Ambrosiana di Milano. Da qui l’edizione monumentale dei disegni di Leonardo a Windsor (1968-1969), seguita dall’edizione dei disegni di Leonardo e della sua cerchia a Firenze (1985), Torino (l990) e nelle collezioni americane (1993). Le sue edizioni critiche e facsimilari dei testi di Leonardo comprendono il Codice Hammer (1987), il Libro di Pittura (1995) e anche il Codice Arundel (1998). Il giornalismo, l’attività con la quale Carlo Pedretti ha iniziato la sua carriera più di cinquant’anni fa (è stato un regolare del «Corriere della Sera», il principale quotidiano italiano, e de «L’Osservatore Romano», il prestigioso quotidiano vaticano), lo ha portato a collaborare anche con la televisione e il cinema, come autore, attore e consulente di produttori e registi. Amava ricordare la sua collaborazione con l’amico Piero Angela per la produzione di una serie di puntate dedicate a Leonardo della trasmissione Superquarck. Membro onorario dell’Accademia degli Euteleti a San Miniato al Tedesco e dell’Accademia Raffaello di Urbino, recentemente era stato nominato membro onorario dell’Accademia Nazionale di Scienze Lettere ed Arti di Modena.